Degustazione vini e tour enologici

L’Agriturismo Parco del Grep è situato in zona baricentrica per organizzare tour enologici alla scoperta delle tradizioni vitivinicole delle colline piemontesi. In questi territori al confine tra Torinese ed Astigiano, le cui colline incorniciano la vasta area pianeggiante disegnata del Po, la produzione vinicola ha una tradizione millenaria, oggi custodita e valorizzata tanto da importanti e storiche cantine, quanto da giovani e appassionati produttori.

Le colline del “Monferrato di confine”, prevalentemente composte da marne calcaree e argillose, hanno altitudini tra i 300 e i 450 metri e ospitano alcune produzioni molto apprezzate: dalla Bonarda alla Freisa, dalla Barbera allo Chardonnay, all’Erbaluce di Caluso, senza tralasciare, oltre alla celebre Malvasia di Castelnuovo Don Bosco, alcune antiche varietà piemontesi dimenticate.

Con un attento lavoro in grado di valorizzare vecchi vigneti ed esaltare i singoli terroir, i produttori locali sono riusciti a collocare i propri vini tra i più amati del panorama piemontese, nazionale ed internazionale.
Cantine come Castello di Gabiano, Cascina Gilli, Tenuta Tenaglia e Cascina Iuli hanno ottenuto negli anni prestigiosi riconoscimenti: queste e altre realtà saranno liete di accogliervi – su prenotazione – per offrirvi degustazioni in compagnia di enologi esperti, alla scoperta dei meravigliosi vini di questa porzione di Monferrato.

Degustazione vini e tour enologici

L’Agriturismo Parco del Grep è situato in zona baricentrica per organizzare tour enologici alla scoperta delle tradizioni vitivinicole delle colline piemontesi. In questi territori al confine tra Torinese ed Astigiano, le cui colline incorniciano la vasta area pianeggiante disegnata del Po, la produzione vinicola ha una tradizione millenaria, oggi custodita e valorizzata tanto da importanti e storiche cantine, quanto da giovani e appassionati produttori.

Le colline del “Monferrato di confine”, prevalentemente composte da marne calcaree e argillose, hanno altitudini tra i 300 e i 450 metri e ospitano alcune produzioni molto apprezzate: dalla Bonarda alla Freisa, dalla Barbera allo Chardonnay, all’Erbaluce di Caluso, senza tralasciare, oltre alla celebre Malvasia di Castelnuovo Don Bosco, alcune antiche varietà piemontesi dimenticate.

Con un attento lavoro in grado di valorizzare vecchi vigneti ed esaltare i singoli terroir, i produttori locali sono riusciti a collocare i propri vini tra i più amati del panorama piemontese, nazionale ed internazionale.
Cantine come Castello di Gabiano, Cascina Gilli, Tenuta Tenaglia e Cascina Iuli hanno ottenuto negli anni prestigiosi riconoscimenti: queste e altre realtà saranno liete di accogliervi – su prenotazione – per offrirvi degustazioni in compagnia di enologi esperti, alla scoperta dei meravigliosi vini di questa porzione di Monferrato.